Il mio viaggio

Manchester!

Manchester è stata la più difficile esperienza della mia vita, e su questo non ci sono dubbi. Era il 31 ottobre 2016 quando misi piede in quella città che a stento conoscevo. Prima di allora c’ero stato alcune volte, ma non potevo dire di conoscerla. A quei tempi stavo uscendo da un difficile periodo di vita, ma nonostante ciò, la voglia di raggiungere i miei sogni era sempre accesa dentro me.

In appena due settimane trovai lavoro in un McDonald’s del centro e così riuscii a proseguire con i miei viaggi. All’epoca avevo messo piedi in circa 110 stadi e pian piano il numero salì sempre di più. Non facevo una bella vita, ma questo poco importava. Vivevo in una stanza minuscola nel cuore del Moss Side, andavo a lavoro a piedi percorrendo circa dieci km ogni giorno e fin troppe volte mangiavo il pane vuoto. Nonostante questo, il mio sguardo era sempre fisso sugli obiettivi da raggiungere e mai su tutti i problemi che mi circondavano.

Poi, a meno di un mese dal mio arrivo in città, il 29 novembre, mi ritrovai a raccontare la mia storia su Sky Sport 24 con Gianluca Di Marzio dove feci una promessa: “raggiungerò 300 stadi e scriverò un libro”.

Da quel giorno di difficoltà ne ho incontrate tante altre sul mio cammino, ma non ho mai mollato.  In una domenica di marzo del 2017 vidi raccontare la mia storia su Rai Due a Quelli Che Il Calcio e, cosa più importante, nel giro di sei mesi dal mio arrivo in città, portai a termine quella promessa che avevo fatto in diretta televisiva.
Nell’aprile del 2017 raggiunsi e superai i 300 stadi visitati, non solo in Inghilterra, ma mettendo piede anche in quelli Scozzesi, Gallesi, Irlandesi e Nord Irlandesi. Il mio sogno era sempre più vicino e così, a metà aprile 2017, decisi di tornare in Italia, a Napoli.

La vita e le difficoltà di Manchester mi avevano sfinito, ma quello che realmente importava erano gli obiettivi raggiunti. Non mi restava che scrivere il libro e pubblicarlo… Peccato però, che da lì a poco qualcosa avrebbe mandato all’aria tutti i piani.

Nel settembre del 2017 mi ritrovai dinanzi ad una scelta molto importante: continuare a credere in quello che stavo facendo, oppure lasciarmi tutto alle spalle e ricominciare una nuova vita?

Scegliere non fu per niente facile…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.